Il corpo docente della Scuola di Recitazione della Calabria si arricchisce di nuovi insegnanti


Si arricchisce di nuovi insegnanti il corpo docente della Scuola di Recitazione, ideata e diretta da Walter Cordopatri. Ad entrare a far parte della squadra ormai consolidata ed altamente qualificata è Giada Grandinetti, che insegnerà Dinamoplastica ed Elementi di mimo, agli allievi del triennio accademico.

L’azione pedagogica volta allo studio del corpo per la scena, sulla scia dei grandi maestri del teatro del ‘900 e di chi ha proseguito nel nostro secolo – ha spiegato la docente Grandinetti - parte dal presupposto che l’attore sia un corpo in movimento. Il mio lavoro inizia da uno studio certo ma movibile, e mi conduce sempre a modificare alcuni tratti della mia attività, perché l’incontro con l’unicità degli allievi e la forte valenza del loro punto di vista fisico ed emotivo diventa fulcro del lavoro pedagogico. Le mie discipline si articolano attraverso la “Dinamoplastica” e il “Mimo” e si compongono di diversi esercizi pre-espressivi atti a recuperare e formalizzare: energia, concentrazione, ritmo, creatività, intenzione recitativa e costruzione di una nuova sfera fisica di cui l’attore dovrà appropriarsi per condurre al meglio se stesso sulla scena e nella vita. Scomporre e ricomporre di nuovo se stessi – ha concluso - servirà agli alunni a cercare un senso del teatro che, forse in un percorso di vita più lungo, diventerà il senso del teatro».

Nata a Cosenza, Giada Grandinetti si è laureata in Lingue e Letterature straniere moderne all’Università della Calabria, per poi diplomarsi in Arte drammatica nel 1999 e nel 2002 in Mimo, all’Icra Project di Michele Monetta a Napoli. Ha proseguito con il “Leda” (Laboratorio espressivo dramma arte) e studiato tra gli altri con Vera Bertinetti, Edo Bellingeri, Riccardo Caporossi, Torgeir Wethl, Lorenzo Salveti, Marise Flach, Marco De Marinis, Peppino Mazzotta, Pasquale Anselmo. Lavora come attrice in diverse compagnie, tra le quali “Opera Prima” di Francesco Gigliotti e “Obos Teatro” di Daniele Mattera. Giada Grandinetti è anche una delle fondatrici dell’associazione calabro campana “Jeu de Dames” - Gioco di Dame-Teatro, nata nell’ottobre del 2004, con lo scopo di promuovere e di diffondere la cultura in generale, con particolare riferimento all’attività artistica in ogni sua forma.

Con l’ingresso della nuova docente, la SRC andrà a potenziare la sua già articolata offerta formativa, permettendo ai suoi allievi di sviluppare ulteriori competenze professionali.

432 visualizzazioni